Progetto Micelio Sociale - Il "Berenini" in rete

All’interno della splendida cornice dell’area “Mille pioppi” nel Parco dello Stirone si è svolta la presentazione del libro “200 funghi lungo la valle dello Stirone” scritto da Alberto Massimi con la supervisione scientifica di Micol Pistorello e Gaia Parizzi edito da Mattioli 1885. Questa iniziativa editoriale, promossa dall’Associazione Micologica Fidentina APS “Carlo Oriani”, si colloca all’interno di un progetto più ampio, in una scelta strategica di promuovere e realizzare un maggior coinvolgimento con le diverse realtà del territorio per creare una rete diversificata fra attori che abbiano obiettivi comuni. Da qui il nome del progetto, Micelio Sociale, in quanto il micelio è una rete complessa che interconnette molti organismi tra loro, ognuno con la propria funzione, ma con mutuo vantaggio.

Il libro, che interessa anche il territorio del piacentino, racchiude in sé le diverse anime che danno vita al progetto, quella ecologica legata alla biodiversità e alla tutela degli habitat, quella della salute legata ad un corretto consumo delle specie fungine grazie ad un accorto riconoscimento, quella ambientale legata alla possibilità di utilizzare i funghi come bioindicatori, quella di sviluppo del territorio più legata sia alla riscoperta di antiche tradizioni che alla creazione di nuovi percorsi turistico-gastronomici, ma soprattutto l’anima che le comprende tutte ovvero quella della formazione e della divulgazione legata alla creazione di percorsi formativi con le scuole del territorio.

La rete vede coinvolti oltre all’AMF , i Comuni di Salsomaggiore Terme e di Fidenza, i diversi Enti Parco presenti nel territorio, Associazioni di consumatori e soprattutto le Scuole.

Ognuno partecipa al progetto fornendo un contributo importante che va dall’apporto logistico e al finanziamento come COOP Alleanza 3.0 e i Comuni di Salsomaggiore e Fidenza o alla realizzazione delle attività specifiche come il Berenini che da sempre è impegnato sulle tematiche della Sostenibilità e della formazione di cittadini consapevoli mediante l’utilizzo di pratiche di interazione con le realtà territoriali, l’Ente Parco dello Stirone, dei Parchi del Ducato, che effettua moltissime attività formative e di tutela coinvolgendo studenti di scuole di diversi ordini e grado

Il libro, illustra Alberto Massimi, è dedicato al micologo Carlo Oriani, fondatore dell’AMF e a Sergio Tralongo già direttore del Parco Fluviale dello Stirone. È suddiviso in diverse sezioni, non solo quella analitica di descrizione e riconoscimento delle diverse specie, ma anche una sezione ecologica una botanica, una cartografia del territorio, una sezione di ricette per riscoprire sapori antichi del territorio e provarne di nuovi derivanti da culture lontane. Monitoraggio della qualità dell’ambiente e tutela della biodiversità sono alcuni aspetti legati ai funghi che vengono evidenziati. Molto interessante una sezione dedicata agli odori in micologia che normalmente non si trova in altre pubblicazioni.

A questo proposito, sottolinea il prof. Trevisan dell’Università Cattolica di Piacenza che ha creato un laboratorio di analisi sensoriale avanzato, potrebbe essere possibile una futura collaborazione per uno studio sulle molecole responsabili del fenomeno dell’odore o più precisamente con attività chemestetica. Altresì viene auspicato uno studio sulla capacità di trasmissione fra gli organismi vegetali tramite molecole specifiche che potrebbero essere mico-mediate ovvero mediate dai funghi.

Il presidente dei Parchi del Ducato, Agostino Maggiali, padrone di casa, sottolinea l’importanza dell’argomento trattato per la promozione del territorio e della biodiversità in questo progetto che nasce come un gioco di squadra. Le sinergie e la rete fin qui realizzata possono essere, continua il presidente, utili per azioni volte alla lotta ai cambiamenti climatici e alla tutela del territorio.

Il Sindaco di Salsomaggiore Terme, Filippo Fritelli, che ricorda come il Comune abbia contribuito anche finanziariamente alla pubblicazione, evidenzia il carattere scientifico dell’opera. Mette anche in evidenza l’opportunità di creare nuovi percorsi scientifico-gastronomici legati alla inaspettata e varia presenza di così tante specie fungine così da avere un ritorno in termini di ricchezza del territorio e consapevolezza dell’importanza delle dinamiche ambientali.

L’assessore Franco Amigoni, in rappresentanza del Comune di Fidenza, che ha anch’esso contribuito finanziariamente alla realizzazione del libro, sottolinea il tema della sostenibilità ed invita ad intervenire alle concomitanti attività in atto per la fiera di S.Donnino. Evidenzia la buona collaborazione fra i due Comuni e conferma l’intenzione di coinvolgere i ristoratori del territorio per la realizzazione di nuove tradizioni gastronomiche in quanto abbiamo bisogno di allungare gli orizzonti in tempi più lunghi ponendo le basi di uno sviluppo sostenibile.

Interviene anche la prof.ssa Beatrice Rebecchi in rappresentanza dell’Istituto Berenini di Fidenza con cui l’Associazione Micologica Fidentina collabora da anni, in particolare con il Corso di Chimica e con cui, la prima stesura del libro, nel 2010, ha visto la partecipazione, in un contributo con i suoi studenti del comparto liceale. La professoressa ribadisce il sempre e crescente impegno del Berenini nella partecipazione a reti territoriali volte alla formazione di cittadini consapevoli e fornisce una parentesi molto coinvolgente nel raccontare questo territorio “fra gli alberi al di là del fiume” in cui vive da sempre e che ama in modo evidente.

Conclude gli interventi Micol Pistorello, presidentessa dell’Associazione Micologica Fidentina da cui tutto ha preso parte, che ricorda le tante attività a favore della divulgazione scientifica e della formazione tenute da AMF. In particolare, il servizio gratuito offerto alla popolazione per la certificazione delle specie fungine, l’allestimento di corsi di formazione per la popolazione e le attività formative con le scuole rivolte agli studenti dalle elementari alle superiori e rivolte, come ente certificato dal MIUR, anche ai docenti di medie e superiori. Ricorda infine le prossime date in cui AMF allestisce mostre micologiche, fra cui Domenica 17 ottobre a Fiorenzuola d’Arda.