Didattica a distanza: video-lezioni; "call" con genitori, "meet" con alunni

Fin dall'inizio dell'emergenza, l'IISS Berenini di è attivato per la Didattica a distanza. E i riscontri sono evidenti. 

Dai report ottenuti sulla piattaforma Google del Dominio berenini.istruzioneer.it, emerge quello che il dirigente Fernando Crespi definisce "lo sforzo costante e prolungato che tutti i docenti stanno compiendo in questo momento di difficoltà. Lo stesso sforzo è attuato a tutti i livelli dallo Staff, dalle Funzioni Strumentali, dai Coordinatori di Indirizzo e di Classe, dal Dsga, dall’Ufficio Tecnico, dal gruppo informatico di supporto e dal Personale Amministrativo, Tecnico e Ausiliario con il quale c’è un rapporto quotidiano continuo. L’Istituto - sottolinea il preside - ha messo in campo risorse, tecnologia, professionalità e competenza per fronteggiare questa crisi che si è manifestata in modo assolutamente imprevisto e improvviso".

Ecco alcuni dati relativi all'ultimo mese di scuola:
2200 Utenti mediamente attivi a settimana impegnati in attività su Classroom o Meet
8800 utenti attivi mediamente nel mese su Classroom o Meet 
119.571 numero di email inviate all’interno del Dominio
5.739 numero di collegamenti Meet attivati

Ci si muove anche sul fronte dei rapporti con le famiglie.

Il dirigente Crespi, le prof.sse Minotti e Barilli hanno tenuto una serie di call rivolte ai genitori e agli studenti per condividere le problematiche di questo difficile periodo.

Tutti presenti alla prima call con i rappresentanti degli studenti di Istituto e di Classe.

Quasi nessuno è mancato all'appello alla seconda call, con i rappresentanti dei genitori: hanno partecipato genitori rappresentanti di 42 classi su 44, quindi la quasi totalità.

Effettuate anche call con i genitori delle classi V, del Liceo dalla prima alla quarta, del biennio ITI e delle terze e delle quarte ITI.
Alle call hanno partecipato mediamente da 70 a 120 genitori quindi vi è stata grande partecipazione e condivisione delle problematiche.


Tutti i genitori sono stati concordi nel riconoscere l’impegno e la professionalità con cui i docenti stanno fronteggiando l’emergenza.

 

Pubblicata il 26 febbraio 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.